Rapporto ReNDiS 2020

Il 23 Novembre 2020 ISPRA ha presentato il Rapporto Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo" (ReNDiS), realizzato con l'obiettivo di illustrare le attività, le problematiche e i risultati conseguiti nel monitoraggio sugli interventi per la mitigazione del rischio idrogeologico, che l’ISPRA svolge dall’inizio del 2000 per conto del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Il rapporto, attraverso l’analisi dei contenuti e dell’evoluzione che ReNDiS ha avuto negli anni, fornisce una lettura sinottica delle informazioni di tipo normativo, tecnico, finanziario ed attuativo sugli interventi monitorati a partire dal 2000, e descrive la consistenza e le caratteristiche delle richieste di finanziamento presentate negli ultimi anni.


Il progetto ReNDiS (Repertorio Nazionale degli interventi per la Difesa del Suolo) è nato con l’obiettivo di costruire un quadro informativo unitario e sistematicamente aggiornato delle opere e delle risorse impegnate nella difesa del suolo, condiviso in tempo reale tra tutte le Amministrazioni che operano in questo settore.

Oggi costituisce una piattaforma integrata, dotata di interfaccia web, le cui funzionalità̀ riguardano tutte le fasi di pianificazione, programmazione ed attuazione degli interventi. Nella piattaforma sono ad oggi presenti 6.063 interventi per un importo complessivo pari a 6,59 miliardi. Le richieste di finanziamento, gestite attraverso un’Area istruttorie ad accesso riservato, consistono in 7.811 proposte progettuali attive, per un importo complessivo pari a 26.579 miliardi.

Questo Rapporto traccia un quadro complessivo dei primi venti anni di attività (ISPRA https://www.isprambiente.gov.it/it/events/presentazione-del-rapporto-rendis-2020).


Per maggiori informazioni si rimanda al link già menzionato e alla pubblicazione allegata

rendis-2020
.pdf
Download PDF • 13.52MB

alla notizia


Notizie recenti
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Cerca per categoria
Seguici
  • Facebook Black Square
  • Twitter Black Square
  • LinkedIn - Black Circle