PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA

Il giorno 29/04/2021 il Governo italiano ha approvato il il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), che è stato successivamente inviato alla Commissione europea. Il PNRR si articola in sei missioni:


La prima missione “Digitalizzazione, Innovazione, Competitività, Cultura”, per la quale sono stati stanziati 49,2 miliardi, ha come obiettivo la promozione della trasformazione digitale del Paese, il sostegno all’innovazione del sistema produttivo, e gli investimenti in due settori chiave per l’Italia, turismo e cultura.


La seconda missione “Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica”, per la quale sono previsti 68,6 miliardi, annovera tra i suoi obbiettivi il miglioramento della sostenibilità e la resilienza del sistema economico e assicurare una transizione ambientale equa e inclusiva. Il Piano prevede anche investimenti e riforme per l’economia circolare e la gestione dei rifiuti, per raggiungere target ambiziosi come il 65 per cento di riciclo dei rifiuti plastici e il 100 per cento di recupero nel settore tessile.


La terza missione, “Infrastrutture per una Mobilità Sostenibile”, per la quale sono stati programmati 31,4 miliardi, trova il suo obiettivo primario nello sviluppo razionale di un’infrastruttura di trasporto moderna, sostenibile e estesa a tutte le aree del Paese. Il Piano prevede un importante investimento nei trasporti ferroviari ad alta velocità. A regime, vengono consentiti significativi miglioramenti nei tempi di percorrenza, soprattutto nel centro-sud.


La quarta missione, “Istruzione e Ricerca”, per la quale sono stati stanziati 31,9 miliardi di euro, prevede e vuole il rafforzamento il sistema educativo, delle competenze digitali e tecnico-scientifiche, la ricerca e il trasferimento tecnologico. Il Piano investe negli asili nido, nelle scuole materne, nei servizi di educazione e cura per l’infanzia. Crea 152.000 posti per i bambini fino a 3 anni e 76.000 per i bambini tra i 3 e i 6 anni.


La quinta missione, “Inclusione e Coesione”, per la quale sono previsti 22,4 miliardi, vuole facilitare la partecipazione al mercato del lavoro, anche attraverso la formazione, rafforzare le politiche attive del lavoro e favorire l’inclusione sociale.

Il Governo investe nello sviluppo dei centri per l’impiego e nell’imprenditorialità femminile, con la creazione di un nuovo Fondo Impresa Donna.


La sesta ed ultima missione “Salute”, per la quale sono previsti 18,5 miliardi, nasce con l'obiettivo di rafforzare la prevenzione e i servizi sanitari sul territorio, modernizzare e digitalizzare il sistema sanitario e garantire equità di accesso alle cure.


Per la lettura dell'intero PNRR si prega di cliccare qui












Notizie recenti
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Cerca per categoria
Seguici
  • Facebook Black Square
  • Twitter Black Square
  • LinkedIn - Black Circle