News letter acque


Notizie dall’Italia

Notizie dai distretti idrografici italiani

Distretti idrografici italiani :

  1. Alpi Orientali

  2. Padano

  3. Appennino Settentrionale

  4. Appennino Centrale

  5. Appenino Meridionale

  6. Sardegna

  7. Sicilia

1. Alpi Orientali

Primo aggiornamento del Piano di Gestione delle Acque 2015-2012

“L’aggiornamento del Piano di Gestione delle Acque nel Bacino Idrografico delle Alpi Orientali quantifica gli impatti conseguenti alle pressioni significative esercitate sui corpi idrici del distretto e ne valuta quindi lo stato ecologico e chimico. Il piano stabilisce un programma di 1280 misure “puntuali “ e “generali”, coerenti con gli obiettivi ambientali fissati dalla Direttiva Acque 2000/60/CE*, e cioè il raggiungimento dello “stato buono” di tutte le acque nei termini prefissati, salvo casi particolari espressamente previsti. Il costo stimato per realizzare il programma è di circa 5.475.000.000 € di cui € 1.388.000.000 con finanziamento assicurato. Tra gli elementi che contraddistinguono questa revisione del piano, va segnalata la sua maggiore aderenza, sia nell’architettura e nella base conoscitiva, ai dettati della Direttiva Acque 2000/60/CE. L’impostazione del piano è in linea con gli approcci seguiti a livello internazionale ed europeo per le analisi ambientali”.

http://www.alpiorientali.it/direttiva-2000-60/piano-di-gestione-2015-2021/piano-di-gestione-delle-acque-2015-2021.html

2. Distretto Idrografico Padano

Assegnazione di due borse di studio, Bando del 10/02/2020 per :

  • Tutela e gestione dell’acqua :

l’obiettivo sarà una nuova visione del tema delle risorse idriche, un approccio al tema dell’ acqua compatibile con la conservazione del patrimonio naturale e della tutela dell’ ambiente

  • Difesa idrologica e della rete idrografica :

La verifica e il controllo dell’assetto idrogeologico; la difesa del territorio e la regolazione dei corsi d’acqua grazie al piano alluvioni; la protezione di territori, abitanti e infrastrutture con specifico riguardo alla naturalità degli alvei fluviali.

  • Osservazione e pianificazione :

I Piani territoriali di previsione sui luoghi, a tutela delle persone, delle risorse e dell’ambiente. L’attività dell’Osservatorio Permanente per effettuare le proiezioni sui futuri scenari idrici del bacino del Po.

17/01/2020

“AcquaBook”

Grande successo per il progetto “AcquaBook” 2019-2020, un percorso gratuito di educazione ambientale per la risorsa dell’Acqua nella Padania, caratterizzato da lezioni interattive, giochi, quiz, laboratori in classe, visite agli impianti di potabilizzazione e depurazione.

Il progetto coinvolge scuole di ogni ordine e grado della provincia di Cremona per un totale di 3.478 alunni.

https://www.padania-acque.it/it-IT/successo-per-il-progetto-acquabook-e-grande-festa-con-le-scuole-il-26-marzo-al-teatro-ponchielli-di-cremona.aspx

22/01/2020

Presentazione del Video che aiuta a leggere la Bolletta dell’acqua firmato Padania Acque S.P.A.

Da oggi in Padania leggere la bolletta dell’acqua non sarà più un rompicapo. Il video, disponibile sul sito di Padania Acque, Youtube, pagine Facebook e Instagram, guiderà l’ utente fra le pagine della bolletta attraverso una voce narrante facilitando l’accesso ai dati della bolletta senza spostarsi da casa.

https://www.padania-acque.it/it-IT/padania-acque-spa-presenta-il-video-che-aiuta-a-leggere-la-bolletta-dellacqua.aspx

24/01/2020

Green Deal del Distretto del Fiume Po

Il 24 gennaio si è effettuato un incontro tra il Segretario generale del Distretto del Fiume Po Meuccio Berselli e il Ministro per le Politiche Agricole Teresa Bellanova.

Berselli ha presentato una serie di importanti nuovi progetti di intervento di pianificazione nel comprensorio.

Il “Green Deal” del distretto è volto a supportare le eccellenze produttive agroalimentari del territorio tra zootecnia e produzioni agricole, migliorando la qualità dell’ ambiente e delle risorse naturali per uno sviluppo che sia sostenibile.

https://www.parmadaily.it/332180/green-deal-del-distretto-del-fiume-po/

3.Distretto Idrografico Appennino Settentrionale

20/01/2019

La Conferenza Istituzionale Permanente adotta il nuovo Progetto di Piano – PAI “dissesti geomorfologici”.

Nella seduta del 20 dicembre 2019 la Conferenza Istituzionale Permanente dell’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino settentrionale ha deliberato l’adozione del Progetto di Piano – PAI “dissesti geomorfologici” per la gestione del rischio da dissesti di natura geomorfologica.

Il progetto di Piano ha visto il coinvolgimento attivo di tutte le Regioni del distretto, del Dipartimento di protezione civile e del Ministero dell’ambiente.

http://www.appenninosettentrionale.it/itc/?p=5731

13/01/2020

In Gazzetta Ufficiale l’adozione del Progetto di Piano – PAI “dissesti geomorfologici”.

Nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 13.01.2020 è stato pubblicato il comunicato dell’adozione del “Progetto di Piano di bacino del distretto idrografico dell’Appennino Settentrionale, stralcio Assetto Idrogeologico per la gestione del rischio da dissesti di natura geomorfologica” relativo al territorio dei bacini del fiume Arno, del fiume Serchio e dei bacini della Toscana

http://www.appenninosettentrionale.it/itc/?p=5909

24/01/2020

Water Safety Plan – 24 gennaio 2020

Il 24 gennaio alle ore 10.00 si è tenuto il convegno “Water Safety Plan” presso l’Auditorium al Duomo in via de’ Cerretani 54/r a Firenze.

Introdotto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, il “Water Safety Plan” è il modello basato sulla valutazione e gestione dei rischi associati a tutte le fasi che compongono la filiera idrica, dall’ captazione al consumo, garantire la protezione delle risorse idriche e la riduzione di potenziali pericoli per la salute umana.

http://www.appenninosettentrionale.it/itc/?p=5997

5/02/2020

PROTERINA-3Évolution

Il 05/02/2020 nel Palazzo Ducale di Genova si è svolto l’evento di chiusura del Progetto PROTERINA-3Évolution che ha visto coinvolte le regioni italiane Liguria, Toscana, Sardegna e francesi della Corsica e Paca e l’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale. I partecipanti si sono confrontati sui risultati raggiunti dalle buone pratiche utili per migliorare la capacità di risposta del territorio nei confronti del rischio alluvione.

http://www.appenninosettentrionale.it/itc/?p=6048

4.Distretto Idrografico Appennino centrale

17/01/2020

Approvato dalla Conferenza istituzionale permanente l’aggiornamento delle mappe di pericolosità e del rischio alluvioni

E’ stato adottato l’aggiornamento del 20 dicembre 2020 riguardanti le mappe di pericolosità e del rischio alluvioni del distretto idrografico dell’Appennino centrale. Nei prossimi giorni le mappe aggiornate relative a pericolosità e rischio alluvioni del distretto idrografico Appennino centrale saranno pubblicate sul sito web dell’Autorità in un’apposita sezione.

http://www.autoritadistrettoac.it/notizie/approvato-dalla-conferenza-istituzionale-permanente-laggiornamento-delle-mappe-di

29/01/2020

“Tevere Nostrum”: in uno straordinario libro fotografico di Erasmo D’Angelis il fiume mito come non è mai stato raccontato

“Tevere Nostrum” è un libro fotografico dedicato al Fiume fondativo di Roma e della nostra civiltà.Il volume contiene tutte le informazioni sul fiume, presentato come “il nostro più antico monumento naturale nazionale” e rilancia l’impresa di far nascere intorno al Tevere il 26esimo parco nazionale italiano essendo il Tevere l’idrovia ecologica vitale lungo 405 km che attraversa 56 comuni di 4 regioni italiani di elevato valore ecologico, caratterizzati da ambienti e paesaggi unici dal punto di vista della fauna e della flora.

Il messaggio è di un fiume da scoprire e riscoprire, creando occasioni come il Tevere Day a Roma, rendendolo fruibile con sponde e rive agibili, recuperando la meraviglia di uno spettacolo naturale.

http://www.autoritadistrettoac.it/notizie/tevere-nostrum-uno-straordinario-libro-fotografico-di-erasmo-dangelis-il-fiume-mito-come

5.Distretto Idrografico Appennino Meridionale

Piano di Gestione Acque II FASE: CICLO 2015-2021

(Direttiva Comunitaria 2000/60/CE, D.L.vo 152/06, L. 13/09) redatto nel 2016 (Comitato Istituzionale del 3 marzo 2016) - è stato approvato con D.P.C.M. il 27 ottobre 2016 - Gazzetta Ufficiale n. 25 del 31 gennaio 2017

Programma lavoro 2018/2021 - 2021/2027

In allegato il percorso ed i contenuti già attivi e che verranno attivati per promuovere la partecipazione e consultazione pubblica (art. 14 della Direttiva 2000/60/CE) che accompagnerà le successive fasi del Piano di Gestione delle Acque, nonchè il programma di lavoro per il prossimo triennio, ai sensi dell'art. 13 della direttiva 2000/60/CE al comma 7 prevede che i piani di gestione dei bacini idrografici siano "riesaminati e aggiornati entro quindici anni dall'entrata in vigore della presente direttiva e successivamente ogni sei anni".

https://www.distrettoappenninomeridionale.it/index.php/piano-ii-fase-ciclo-2015-2021-menu/programma-lavoro-2018-2021-2021-2027-menu

Piano di Gestione del Rischio di Alluvioni

(Direttiva 2007/60/CE, D.Lgs. 152/2006, Direttiva 2007/60/CE, D.Lgs. 49/2010, D.Lgs. 219/2010)

Primo Piano di Gestione Rischio di Alluvioni del Distretto idrografico Appennino Meridionale PGRA DAM è stato adottato, ai sensi dell’art. 66 del d.lgs. 152/2006, con Delibera n° 1 del Comitato Istituzionale Integrato del 17 dicembre 2015, è stato approvato dal Comitato Istituzionale Integrato in data 3 marzo 2016. Con l’emanazione del DPCM in data 27/10/2017 si è concluso il I ciclo di Gestione.

Calendario e programma di lavoro 2018/2021 - 2021/2027

In allegato il percorso ed i contenuti già attivi e che verranno attivati per promuovere la partecipazione e consultazione pubblica (art. 14 della Direttiva 2000/60/CE) che accompagnerà le successive fasi del Piano, nonché il programma di lavoro per il prossimo triennio, ai sensi dell'articolo 9 della direttiva alluvioni - ripresa dall'art. 9 comma 3 lett. a) del D.Lgs. 49/2010 - che prevede "...gli Stati membri prendono le misure appropriate per coordinare l'applicazione della direttiva mirando a migliorare l'efficacia, lo scambio di informazioni ed a realizzare sinergie e vantaggi comuni tenendo conto degli obiettivi ambientali di cui all'articolo 4 della direttiva 2000/60/CE...".

https://www.distrettoappenninomeridionale.it/index.php/ii-ciclo-2016-2021-menu/programma-di-lavoro-2018-2021-2021-2017-menu

19/01/2020

Acqua per la Gallura, un salto di qualità.

Con la realizzazione di un maxi cantiere ed un investimento di quattro milioni di euro, il potabilizzatore dell’ acqua dell’ Agnata, a servizio di Olbia e di tutta la Gallura, vanta una nuova sezione di vasche e di trattamento, filtri e disidratori per fanghi ed entro ad Aprile 2020 si potrà passare al collaudo ed all’ avvio, consentendo di portare la produzione di acqua potabile dagli attuali 1.100 a 1.600 litri al secondo.

https://www.lanuovasardegna.it/olbia/cronaca/2019/12/30/news/acqua-per-la-gallura-un-salto-di-qualita-1.38272581

21/01/2020

INTERVENTO DI CONSOLIDAMENTO, RISANAMENTO CONSERVATIVO ED AMBIENTALE DELL’ARCO NATURALE DI PALINURO NEL COMUNE DI CENTOLA

In data 21 gennaio 2020 si è tenuta una riunione del Collegio Istituzionale dell’Accordo di Programma per verificare lo stato di attuazione degli interventi sull’Arco Naturale, propedeutici alla sua riapertura per la fruizione turistica.

Per accelerare i tempi di realizzazione e garantire la difesa e tutela dell’ Arco Naturale di Palinuro entro l’ estate del 2021, la soluzione prospettata si articola in due lotti funzionali che verranno realizzati in momenti successivi.

https://www.distrettoappenninomeridionale.it/images/_NEWS/2020/gennaio/Comunicato_Stampa%2021%20GENNAIO%202020.pdf

6.Distretto Idrografico Sardegna

Terzo ciclo di pianificazione 2018 – 2021: Informazione in merito al riesame e aggiornamento del Piano di Gestione del Distretto idrografico della Sardegna (PdG DIS)

“La Direttiva 2000/60/CE e il D.Lgs 152/06 stabiliscono che il PdG DIS sia sottoposto a riesame e aggiornamento ogni sei anni, pertanto il prossimo aggiornamento dovrà chiudersi entro dicembre 2021”.

http://www.regione.sardegna.it/index.php?xsl=510&s=386272&v=2&c=6703&t=1&tb=6695&st=7

San Martino, l'acqua iperminerale che piace ai social . Ordini arrivano da Facebook, da febbraio nuova strategia Instagram.

San Martino, si tratta di un’acqua iperminerale che sgorga dalla finte di Codrongianos, in provincia di Sassari ed impiega 50 anni per risalire dalla fonte. La sua ricchezza di carboidraiti e calcio le ha fatto vincere le tre stelle d’oro al premio internazionale "Itqi Superior Taste Award" di Bruxelles. Tanti ordini arrivano dai social come Facebook ed Instagram e la società sta iniziando a familiarizzare con WhatsApp Business e a breve lancerà la sua piattaforma eCommerce.

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/pmi/2020/02/03/san-martino-la-iperminerale-social_afdea5d2-b6af-48cf-bf95-5abef5655412.html

7.Distretto Idrografico Sicilia

30/01/2020

Marsala, le acque reflue depurate verranno utilizzate in agricoltura.

Sarà realizzato a Marsala un progetto comunitario denominato “Prosim” gia finanziato per 3 milioni e 300 mila euro. Il “progetto-pilota” servirà per il riutilizzo delle acque reflue depurate in agricoltura.

https://trapani.gds.it/articoli/economia/2020/01/30/marsala-le-acque-reflue-depurate-verranno-utilizzate-in-agricoltura-43412aff-b3bf-41f0-9622-c9b031e8f126/

31/01/2020

Siracusa, pesci morti nelle acque cristalline della Pillirina: via ai sopralluoghi.

Il Consorzio Plemmirio, si è attivato, come da protocollo, informando le autorità competenti sul ritrovamento di numerosi esemplari di pesci morti nella zona tra Punta Mola e Punta Tavola, in uno degli sbocchi dell’area Marina Protetta di Plemmirio.

https://www.lasicilia.it/news/cronaca/322858/siracusa-pesci-morti-nelle-acque-cristalline-della-pillirina-via-ai-sopralluoghi.html

31/01/2020

Bollette dell'acqua più care a Palermo, Fabrizio Ferrandelli: "Subito il confronto in Aula".

"Un'interrograzione urgente per conoscere a fronte di quali provvedimenti del socio unico (Comune di Palermo) l’Amap intende aumentare le tariffe ai cittadini e soprattutto se è legittima la retroattività" è quanto ha chiesto il leader siciliano di Più Europa Fabrizio Ferrandelli, nell’interrogazione depositata al Consiglio comunale in merito agli aumenti previsti sulle bollette (Amap) dell'acqua a Palermo.

https://palermo.gds.it/articoli/politica/2020/01/31/bollette-dellacqua-piu-care-a-palermo-ferrandelli-subito-il-confronto-in-aula-fdd58477-f8da-45c2-9fc1-1babd1f35985/

31/01/2020

Guasto all'acquedotto "Voltano", senz'acqua in 11 comuni agrigentini

Per un guasto alla condotta di un acquedotto “Voltano” 11 comuni agrigentini sono momentaneamente senz'acqua. I comuni sono : San Biagio Platani; Porto Empedocle (serbatoio San Calogero); Comitini; Aragona; Agrigento (frazioni di San Michele, Zona Industriale, Fontanelle, Giardina Gallotti e Montaperto); Porto Empedocle (area portuale, utenze Voltano); Favara; Sant'Angelo Muxaro; Santa Elisabetta; Raffadali; Joppolo Giancaxio.

https://agrigento.gds.it/articoli/cronaca/2020/01/31/guasto-allacquedotto-voltano-senzacqua-in-11-comuni-agrigentini-992b8f31-f158-4b96-98aa-1827226ca9a3/

Notizie dall’Europa

11/12/2019

Il nuovo patto verde europeo

La Commissione europea ha lanciato un nuovo ambizioso Patto Verde europeo (in inglese European Green Deal) per affrontare i più urgenti problemi ambientali e climatici dell'UE.

Il Patto Verde europeo coinvolgerà tutti i settori dell'economia, in particolare i trasporti, l'energia, l'agricoltura, l'edilizia e le industrie come l'acciaio, il cemento, la tecnologia dell'informazione e delle comunicazioni, i tessili e i prodotti chimici.

I dettagli del nuovo Patto Verde sono riportati in una comunicazione della Commissione europea pubblicata l'11 dicembre 2019. Il documento delinea oltre 50 iniziative politiche chiave e azioni concrete che la Commissione lancerà progressivamente nei prossimi anni (vedi tabella di marcia di seguito).

https://ec.europa.eu/info/strategy/priorities-2019-2024/european-green-deal_it

17/01/2020

L'elenco ECHA esclude le sostanze non sicure che entrano in contatto con l'acqua potabile

Il 18 dicembre 2019 è stato raggiunto l’accordo provvisorio sulla rifusione della direttiva sull'acqua potabile è ancora soggetto all'approvazione formale del Parlamento europeo e del Consiglio.

Al fine di migliorare la tutela dei consumatori e di garantire degli uguali standard di sicurezza per l’ industria, l’ ECHA (Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche) ha annunciato il 14 gennaio sul loro sito web un elenco di sostanze chimiche che possono essere utilizzate in materiali che entrano in contatto con l’ acqua potabile.

https://www.waternewseurope.com/echa-starts-list-safe-substances-that-come-into-contact-with-drinking-water/

18/01/2020

22 marzo World Water Day

La Giornata Mondiale dell' Acqua organizzata ogni anno dall’ ONU, si concentrerà sul legame tra acqua e cambiamenti climatici con un'attenzione particolare per l'innovazione, la scienza e le azioni necessarie per affrontare una delle maggiori minacce per il nostro pianeta. Durante questo giorno a livello globale si stanno verificando molti eventi per creare più consapevolezza su tema legati all'acqua.

https://www.waternewseurope.com/world-water-day-concentrates-on-link-between-water-and-climate-change/

30/01/2020

Istituto spagnolo di salute classifica i livelli di trialometani nell'acqua potabile

Secondo una ricerca spagnola effettuata dall’Istituto di Salute Globale di Barcellona (ISGlobal), oltre 6.500 casi di cancro alla vescica, quasi il 5% di tutti i casi Europei, possono essere attibuiti alla presenza di trialometani (THM) nell’acqua potabile. La ricerca analizza l’acqua del rubinetto di 26 Paesi Europei. I trialometani, ed in particolare i clorofluorocarburi, sono altamente dannosi per l'ambiente e l'atmosfera; molti inoltre sono considerati cancerogeni.

https://www.waternewseurope.com/spanish-institute-charts-levels-of-trihalomethanes-in-drinking-water/

Notizie dal mondo

32a riunione delle Nazioni Unite sull'acqua

I partecipanti alla 32a riunione delle Nazioni Unite sull'acqua sono passati attraverso un'agenda articolata incentrata sulle questioni relative al programma di lavoro delle Nazioni Unite sull'acqua per il prossimo biennio e alla strategia ONU per l'acqua 2030, i modi per accelerare i progressi sull'obiettivo di sviluppo sostenibile (OSS) 6 ( attuazione di acqua pulita e strutture igienico-sanitarie e modi per elevare e affrontare le sfide relative all'acqua e ai servizi igienico-sanitari a livello nazionale e regionale alla luce del processo di riforma delle Nazioni Unite, tra le altre questioni.

Oltre a discutere il programma di lavoro per i prossimi due anni e la strategia per il 2030, i partecipanti hanno discusso dei contributi al quadro globale sulla biodiversità post 2020, che si estenderà fino al 2050. Attività discusse durante questo incontro, che si è tenuto a Roma, in Italia, dal 28 al 29 gennaio 2020, inclusa la tabella di marcia per le prossime riunioni delle Nazioni Unite di alto livello che si terranno nel 2021 e nel 2023. Le opportunità di utilizzare una varietà di forum, vertici e altre riunioni che si terranno in vista di questi eventi sono state evidenziate come punti durante i quali la conversazione e gli input potrebbero essere modellati in una strategia coerente e globale per affrontare importanti questioni relative all'SDG 6. Sono state inoltre notate l'iniziativa di monitoraggio integrato delle Nazioni Unite sull'acqua per SDG 6 e gli sforzi per aggiornare il monitoraggio e la comunicazione in vista di questi incontri di alto livello.

http://enb.iisd.org/water/un/32/

Download articolo

#ITA #Acque #Italia #Europa #Mondo #Notizie

Notizie recenti
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Cerca per categoria
Seguici
  • Facebook Black Square
  • Twitter Black Square
  • LinkedIn - Black Circle

Gruppo 183 ONLUS

Via Pannini n.5, 00196 Roma 
email: info@gruppo183.org 
CF 06820791009